Address: Comunita ucraina di Savona
chiesa "Sacro Cuore di Gesù"
Corso Colombo, 22 17100 SAVONA
Cell padre Vitaliy: +39-3807151573

Italiano

Siamo un gruppo di persone che, giunti in Italia per motivi di lavoro, hanno scelto un particolare stile di vita: “Vita Comu-nitaria nella Chiesa”. Cosi, vivendo secondo i principi cris-tiani, abbiamo voluto mantenere le nostre tradizioni ucraine, che sono molto legate alla vita religiosa e condividerle con gli  italiani.
La comunit? ucraina di Savona si riunisce presso la Chiesa-Oratorio di San Giovanni Battista, San Giovanni Evangelista e Santa Petronilla.

Ha cominciato l’attivit? pastorale nel novembre 2004 con la benedizione di Sua Eccellenza Mons. Domenico CALCAGNO, con il sostegno dell’Ufficio “Migrantes” della Curia di Savona nella persona di direttore Don Mario MORETTI e di Sig.Giorgio GANDOLFO, con l’accoglienza della Confraternit? dell’Oratorio e di Don Giuseppe. L’incarico  accettato da Padre Vitaliy TARASENKO per quanto riguarda la cura pastorale degli ucraini in Liguria, promosso dal coordinatore nazionale per gli ucraini della “Migrantes” Padre Vasyliy POTOCHNYAK e dal Visitatore Apostolico Sua Ecc. Hlib LONCHYNA  e accolto con gioia dei fedeli ucraini presenti sul territorio della diocesi di Savona.

Continuando l’opera del suo predecessore il nuovo vescovo mons.Vittorio LUPI, tramite ufficio “Migrantes”, la “Caritas”  e Seminario Diocesano svolge attivit? pastorale in particolar modo per gli immigrati presenti sul territorio di Savona e anche per i fedeli di altro Rito e tradizione spirituale orientale

La comunit? fino ad oggi ? in continua crescita sia nella Vita Spirituale che nella sociale, vivendo periodi di formazi-one e integrazione, seguita con attenzione anche dal nuovo Visitatore Apostolico, Sua Eccellenza mons.Dionisio Lacho-vicz.
Nel 2009 si sono compiuti 5 anni di vita comunitaria, vissuta nella Chiesa Savonese secondo i principi cristiani, con la spiritualit? orientale ispirata dal rito Bizantino.

Pur avendo come Cappellano un sacerdote cattolico, la comunit? ? aperta a tutti cristiani nelle sue attivit?, sia religiose che laiche.
Ringraziando Dio e tutte le persone che hanno proposto e sostenuto le iniziative multietniche, in questi anni siamo stati coinvolti nelle diverse attivit? della Chiesa diocesana (Migrantes, Caritas), dal Comune e da diverse singole Associazioni.

Siamo disposti alla collaborazione con altre strutture so-ciali purch? il loro scopo sia secondo i principi cristiani e sosteniamo molto le iniziative che sono al servizio dei popoli in particolare quello ucraino e italiano.