Address: Comunita ucraina di Savona
chiesa "Sacro Cuore di Gesù"
Corso Colombo, 22 17100 SAVONA
Cell padre Vitaliy: +39-3807151573

RITI DEL FIDANZAMENTO E DELL’INCORONAZIONE

RITI DEL FIDANZAMENTO E DELL’INCORONAZIONE

SECONDO IL RITO BIZANTINO-UCRAINO

Sigle: C = Coro (Popolo); L = Lettore; S = Sacerdote;

 

Il Sacerdote benedice i Fidanzati dopo averli fatti entrare in Chiesa.

Sacerdote: Benedetto il Dio nostro, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

Grande litania

S: In pace preghiamo il Signore.

Coro Kyrie, el?ison (e cos? ad ogni invocazione) Signore piet?.

Per la pace che viene dall’alto e per la salvezza delle nostre anime, preghiamo il Signore.

Per la pace di tutto il mondo, per la prosperit? delle sante Chiese di Dio e per l’unione di tutti, preghiamo il Signore.

Per questo santo tempio e per quanti vi entrano con fede, piet? e timor di Dio, preghiamo il Signore.

Per il nostro Santissimo Pontefice (N.N.), Papa di Roma, e per il nostro Beatissimo Patriarca (NN), per il Vescovo (N.N.), per il venerabile Presbiterio, per il Diaconato in Cristo, per tutto il Clero e il Popolo, preghiamo il Signore.

Per questa citt?, per ogni citt? e paese e per quanti con fede vi abitano preghiamo il Signore.

Per il Servo di Dio(NOME…) e la Serva di Dio (NOME…) che si fidanzano ora l’uno all’altra, e per la loro salvezza, preghiamo il Signore.

Perch? siano loro accordati i figli per la continuazione della loro famiglia, e tutto quello che domandano per la propria salvezza, preghiamo il Signore.

Perch? ricevano il dono dell’amore perfetto, la pace e il soccorso, preghiamo il Signore.

Perch? siano custoditi nella concordia e in una incrollabile fedelt?, preghiamo il Signore.

Perch? siano benedetti in una vita irreprensibile, preghiamo il Signore.

Perch? il Signore nostro Dio faccia loro la grazia di un matrimonio onorato e di un talamo incontaminato, preghiamo il Signore.

Per essere liberati da ogni afflizione, collera, pericolo e necessit? preghiamo il Signore.

Soccorrici, salvaci, abbi misericordia di noi e custodiscici, o Dio, con la tua grazia.

Facendo memoria della tutta santa, intemerata, pi? che benedetta, gloriosa nostra Sovrana Genitrice di Dio e sempre vergine Maria insieme con tutti i Santi, affidiamo noi stessi e gli uni gli altri e tutta la nostra vita a Cristo Dio.

Coro A te, Signore.

S *Poich? a Te che spetta ogni gloria, onore e adorazione Padre, e Figlio e santo Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro Amen.

S: Dio eterno, Tu riunisci nell’unit? ci? che ? separato e rendi indistruttibile il legame dell’amore: Tu hai benedetto Isacco e Rebecca e li hai designati eredi della tua promessa. Sii Tu stesso ora a benedire i tuoi servi, qui presenti: guidali in ogni sorta di bene.

Perch? Tu sei un Dio misericordioso e pieno d’amore per gli uomini, e noi ti rendiamo gloria, Padre, Figlio e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

Coro Amen.

S Pace + a tutti.

Coro E allo spirito tuo.

S Inchinate il capo al Signore.

Coro A te, Signore.

S Signore, nostro Dio, che tra le nazioni hai preso come fidanzata la vergine pura che ? la Chiesa, benedici questo fidanzamento; unisci e custodisci questi tuoi servi nella pace e nella concordia. *Poich? tua ? la gloria, l’onore e l’adorazione, Padre, Figlio e santo Spirito ora e sempre e nei secoli dei secoli.

 

Anelli di fidanzamento

 

Il Sacerdote prende gli anelli. Dapprima con l’anello fa il segno della croce sulla testa dello sposo, dicendo:

S Il Servo di Dio (NOME…) riceve per fidanzata la Serva di Dio (NOME…)nel nome del Padre, del Figlio e del santo Spirito. Amen.

E gli infila l’anello al dito della mano destra. Poi, prendendo l’anello fa lo stesso con la sposa, dicendo:

S La Serva di Dio (NOME…) riceve per fidanzato il Servo di Dio (NOME…)nel nome del Padre, del Figlio e del santo Spirito. Amen.

E le infila l’anello al dito della mano destra.

 

Preghiera sugli anelli

 

S Preghiamo il Signore.

Coro Kyrie, eleison.

S Signore, nostro Dio, che hai accompagnato in Mesopotamia il servo del patriarca Abramo, inviato alla ricerca di una sposa per il suo padrone Isacco e che, nel momento in cui gli diede da bere, gli rivelasti che Rebecca gli era stata riservata, benedici questo fidanzamento dei tuoi Servi (NOME)… e (NOME…), conferma la parola che essi si sono scambiati, e confermali nell’unione santa che viene da te. Tu, infatti alle origini hai creato l’uomo e la donna e grazie a te la donna deve unirsi all’uomo come suo aiuto e per perpetuare il genere umano. Tu stesso, Signore nostro Dio, hai stabilito la tua fedelt? sulla tua eredit? e la tua promessa sui tuoi servi che furono i nostri padri, tuoi eletti di generazione in generazione. Volgi ora il tuo sguardo tuoi Servi (NOME…) e (NOME…), e conferma il loro fidanzamento nella fede e nella concordia, nella fedelt? e nell’amore.

Poich? sei tu, Signore, che hai insegnato a dare un pegno e ad esservi sempre fedele. Infatti, con l’anello Giuseppe ricevette il potere in Egitto, Daniele fu glorificato nel paese di Babilonia, fu messa in evidenza la fedelt? di Tamar. Per mezzo dell’anello, il nostro Padre celeste mostr? la sua compassione verso il figlio prodigo. Infatti Egli dice: «Mettete un anello alla sua destra e ammazzate il vitello grasso, cosicch? possiamo far festa insieme». ? la tua destra, Signore, che ha fatto accampare Mos? davanti al Mar Rosso; grazie alla fedelt? alla tua parola sono stati stabiliti i cieli e la terra fu fondata; e la destra dei tuoi servitori sar? benedetta dal tuo Verbo potente e dal tuo braccio innalzato. Benedici dunque questo scambio d’anelli con una celeste benedizione, e il tuo Angelo cammini davanti a

loro tutti i giorni della loro vita, perch? sei Tu che benedici e santifichi ogni cosa, e noi ti rendiamo gloria, Padre, Figlio e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

 

Rito dell’incoronazione

Fidanzati entrano in chiesa, mentre il Coro canta il Salmo 127 con il suo ritornello:

C Beati coloro che temono il Signore e camminavano nelle sue vie.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Ti li nutri del lavoro delle tue mani.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Beato te: sarai felice e godrai d’ogni benedetta.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

La tua sposa ? come vite feconda nell’intimit? della tua casa.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

I tuoi figli, come virgulti d’olivo intorno alla tua mensa.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Cos? sar? benedetto l’uomo che teme il Signore.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Ti benedica il Signore da Sion!

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Possa tu vedere la prosperit? di Gerusalemme tutti i giorni della tua vita.

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

Possa tu vedere i figli dei tuoi figli. Pace su Israele!

Gloria a te, Dio nostro, gloria a te!

___________________________________________________________________________

Interrogazioni

 

Giunti davanti ad altare, i Fidanzati si mettono davanti al Sacerdote, su un tappeto bianco. Il Sacerdote domanda al Fidanzato:

Sacerdote: Se TU, .(NOME DELLO SPOSO……..) hai volont? buona e libera e il fermo proposito di prendere per sposa (NOME DELLA SPOSA ……..) che sta davanti a te?

Fidanzato: S?, reverendo Padre.

Sacerdote: Non sei impegnato con un’altra fidanzata?

Fidanzato: No, reverendo Padre.

 

Il S rivolge le stesse domande alla Fidanzata:

Sacerdote: SE TU, (NOME DELLA SPOSA…..) hai volont? buona e libera e il fermo proposito di prendere per sposa (NOME DELLO SPOSO……..) che sta davanti a te?

Fidanzata: S?, reverendo Padre.

Sacerdote: Non sei impegnata con un altro fidanzato?

Fidanzata: No, reverendo Padre.

___________________________________________________________________________

 

Grande litania

 

Sacerdote: Benedetto il regno del Padre, e del Figlio, + e del santo Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro Amen.

S. In pace preghiamo il Signore.

Coro: Kyrie, el?ison (e cos? ad ogni invocazione).

Per il Servo di Dio (NOME DELLO SPOSO……..) e la Serva di Dio(NOME DELLA SPOSA…..), che si uniscono ora l’uno all’altro nella vita comune del matrimonio, e per la loro salvezza, preghiamo il Signore.

Perch? questo matrimonio sia benedetto, come quello di Cana di Galilea, preghiamo il Signore.

Perch? sia loro accordata la castit? e una progenie che faccia loro onore, preghiamo il Signore.

Perch? sia loro dato di rallegrarsi, vedendo i loro figli e figlie, preghiamo il Signore.

Perch? sia loro dato di rallegrarsi di una bella discendenza e di condurre una vita irreprensibile, preghiamo il Signore.

Perch? sia loro data la salvezza, cos? anche a noi, e tutto ci? che si pu? domandare in vista della salvezza, preghiamo il Signore.

Perch? essi siano liberati, come anche noi, da ogni afflizione, collera, pericolo e necessit?, preghiamo il Signore.

Soccorrici, salvaci, abbi misericordia di noi e custodiscici, o Dio, con la tua grazia.

Facendo memoria della tutta santa, intemerata, pi? che benedetta, nostra gloriosa Sovrana Madre di Dio e sempre vergine Maria insieme con tutti i Santi, affidiamo noi stessi e gli uni gli altri e tutta la nostra vita a Cristo Dio.

Coro: A te, Signore.

S. Poich? ? a Te che spetta ogni gloria, onore e adorazione: Padre, e Figlio e santo Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

 

Prima preghiera

 

S Preghiamo il Signore.

Coro Kyrie, eleison.

S Dio purissimo e autore di tutta la creazione, per amore degli uomini Tu hai trasformato in donna la costola presa da Adamo, nostro primo padre, e li hai benedetti dicendo: «Crescete e moltiplicatevi, e dominate su tutta la terra». Tu hai dichiarato che, per la loro unione, l’una e l’altro formano un solo corpo e, per questa ragione, l’uomo lascer? il suo padre e la sua madre e s’unir? alla sua donna e saranno una sola carne, e che l’uomo non deve separare ci? che Dio ha unito. Tu, aprendo il seno di Sara, hai benedetto il tuo servo Abramo e l’hai fatto padre di una moltitudine di nazioni; Tu hai concesso Isacco a Rebecca e hai benedetto la sua maternit?; Tu hai unito Giacobbe a Rachele e da lui hai fatto discendere i dodici Patriarchi; Tu hai unito Giuseppe e Aseneth e hai dato loro per figli Efraim e Manasse; Tu hai esaudito Zaccaria ed Elisabetta e nel loro figlio hai manifestato il Precursore.

Tu dalla radice di Iesse, hai fatto germinare nella carne Colei che ? sempre Vergine, e da lei Tu hai preso carne, e sei nato per la salvezza del genere umano; Tu per il dono ineffabile della tua immensa bont?, sei stato presente a Cana di Galilea per benedirvi il matrimonio che vi si celebrava, per manifestare che l’unione e la procreazione sono conformi alla tua volont?. Tu sei qui invisibilmente presente, come lo eri l?. Benedici questo matrimonio e accorda ai tuoi Servi, (NOME DELLO SPOSO)… e (NOME DELLA SPOSA)…, una vita tranquilla e giorni numerosi, la castit? e l’amore scambievole nei vincoli della pace, una prosperit? che viva a lungo, la grazia dei figli, la corona incorruttibile della gloria. Rendili degni di vedere i figli dei loro figli; proteggi dalle insidie il loro letto nuziale; espandi su di loro la rugiada del cielo, dona loro l’abbondanza dei frutti della terra, riempi la loro dimora di grano, di vino, d’olio e di ogni altro bene perch? essi li distribuiscano a coloro che sono nel bisogno. A loro, come a tutti coloro che sono qui, dona tutto ci? che si pu? desiderare in vista della salvezza.

*Poich? Tu sei un Dio di misericordia, d’indulgenza e di amore per gli uomini, e noi rendiamo gloria a te assieme al tuo Padre eterno e al santissimo, buono e vivifico tuo Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

C Amen.

 

Seconda preghiera

 

D Preghiamo il Signore.

C Kyrie, eleison.

S Benedetto sei Tu, Signore nostro Dio che consacri le nozze sacramentali, legislatore dell’unione nella carne, custode dell’integrit? e saggio dispensatore della vita. Tu o Sovrano, in principio hai creato l’uomo, lo hai posto come re del creato e hai detto: «Non ? bene che l’uomo sia solo sulla terra, facciamogli un aiuto che gli sia simile» e prendendo una delle sue costole hai creato la donna, della quale, Adamo quando la vide, disse: «Questa ora ? osso delle mie ossa e carne della mia carne. Si chiamer? Donna perch? ? stata presa dal suo Uomo». Per questo l’uomo lascer? suo padre e sua madre e si unir? a sua moglie e i due saranno una sola carne», e «L’uomo non separi quello che Dio ha congiunto». Tu stesso, o Sovrano, Signore nostro Dio, fa discendere anche ora, dall’alto, la tua celeste benedizione sopra questi tuoi Servi, … e …, concedi alla tua Serva di essere sottomessa al suo sposo, e al tuo Servo perch? sia il capo della sua donna, perch? la loro vita sia conforme alla tua volont?.

Benedici, Signore nostro Dio, come hai benedetto Abramo e Sara, benedicili, Signore nostro Dio come hai benedetto Isacco e Rebecca; benedicili, Signore nostro Dio, come hai benedetto Giacobbe e tutti i Patriarchi; benedicili, Signore nostro Dio, come hai benedetto Giuseppe e Aseneth; benedicili Signore nostro Dio, come hai benedetto Mos? e Sefora; benedicili Signore nostro Dio, come hai benedetto Gioachino e Anna; benedicili, Signore nostro Dio, come hai benedetto Zaccaria ed Elisabetta. Preservali, Signore nostro Dio, come hai preservato No? nell’arca; proteggili, Signore nostro Dio, come hai protetto Giona nel ventre della balena; proteggili, Signore nostro Dio, come hai protetto i tre Santi Giovani nella fornace ardente, inviando loro la rugiada del cielo. Discenda su di loro quella gioia che prov? la beata Elena, quando ritrov? la preziosa Croce. Ricordati di loro, come Ti sei ricordato di Enoch, di Sem, d’Elia; ricordati di loro, Signore nostro Dio, come Ti sei ricordato dei tuoi santi, i Quaranta Martiri di Sebaste, ai quali hai inviato dal cielo le loro corone. Ricordati, o Signore nostro Dio anche dei genitori che hanno educato questi giovani sposi, perch? le preghiere dei genitori assicurano alla casa solide fondamenta. Ricordati, o Signore nostro Dio, dei tuoi servi i paraninfi, venuti a prendere parte a questa gioia. Ricordati, Signore nostro Dio, del tuo Servo…, e della tua Serva…, e benedicili. Dona loro dei bei figli come frutti delle loro viscere e l’accordo spirituale e corporale, esaltali come i cedri del Libano, come una vigna dai tralci vigorosi. Dona loro messi abbondanti, perch? abbiano tutto a sufficienza, e abbondino in ogni buona azione. Ti siano graditi e vedano i figli dei loro figli come delle giovani piante d’ulivo intorno alla loro tavola; e per essere stati graditi al tuo sguardo, essi brillino come degli astri del cielo in te, nostro Signore.

*Tua infatti ? la gloria, il potere, l’onore e l’adorazione, per il tuo Padre eterno e per il tuo Spirito vivificante, ora e sempre e nei secoli dei secoli

C Amen.

Terza preghiera

S Preghiamo il Signore.

Coro: Kyrie, eleison.

S Dio Santo, Tu hai formato l’uomo dalla polvere, e da una sua costola hai creato la donna unendola a lui come un aiuto che gli fosse simile, perch? piacque alla tua maest? che l’uomo non si trovasse solo sulla terra: Tu stesso, Sovrano, stendi anche ora la tua mano dall’alto della tua santa dimora e unisci il tuo Servo (NOME DELLO SPOSO …..) e la tua Serva (NOME DELLA SPOSA …….), poich? sei Tu che unisci la donna all’uomo. Congiungili nella concordia, coronali nell’amore e uniscili in una sola carne, concedi un frutto alle loro viscere, perch? essi possano gioire di una moltitudine di figli e che la loro condotta sia irreprensibile.

*Poich? tua ? la sovranit?, tuo ? il regno, la potenza e la gloria, Padre, e Figlio, e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

C Amen.

Promessa degli sposi I
(usata nel rito romano)

Sposo: Io, (NOME DELLO SPOSO……..), accolgo te, (NOME DELLO SPOSA……..), come mia sposa e prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni della mia vita.

Sposa: Io, (NOME DELLO SPOSA……..), accolgo te, (NOME DELLO SPOSO……), come mio sposo e prometto di esserti fedele sempre, nella gioia e nel dolore, nella salute e nella malattia, e di amarti e onorarti tutti i giorni

della mia vita.

 

Promessa degli sposi II
(usata nelle celebrazioni di origine slava)

Sposo.
Io, …….., accolgo te, …………., come mia sposa e ti prometto l’amore, la fedelt? e la verit? matrimoniale, e che non ti abbandono fino alla morte. Aiutami, o mio Dio,  unito in Trinit? Santissima e tutti i santi. Amen.

Sposa.
Io, …….., accolgo te, …………., come mio sposo e ti prometto l’amore, la fedelt?, la verit? e ubidienza matrimoniale, e che non ti abbandono fino alla morte.  Aiutami, o mio Dio, unito in Trinit? Santissima e tutti i santi. Amen.

Sacerdote: Quello che il Signore ha unito, l’uomo non pu? separare.

Incoronazione

 

Gloria e dell’onore con cui Dio corona gli Sposi durante il Sacramento. Il rito di incoronazione presenta il Cristo che benedice ed unisce la coppia ed allo stesso tempo li rende Re e Regina della loro casa che sar? da loro guidata con saggezza, giustizia ed integrit?. Il sacerdote benedice con le due corone nel Nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo e le posiziona sul capo degli Sposi.

 

Il Sacerdote prende una delle corone, e imponendo la corona allo Sposo dice:

S Il servo di Dio (NOME DELLO SPOSO…..) viene incoronato con la serva di Dio (NOME DELLA SPOSA ….), nel nome del Padre, del Figlio e del santo Spirito. Amen.

Prende poi l’altra corona e la impone alla Sposa, dicendo:

S La serva di Dio (NOME DELLA SPOSA….) viene incoronata con il servo di Dio (NOME DELLO SPOSO,,,), nel nome del Padre, del Figlio e del santo Spirito. Amen.

Poi li benedice tre volte dicendo:

S Signore nostro Dio, coronali di gloria e d’onore (Sal 8,6).

 

Letture

S Sapienza! Stiamo attenti!

L Prochimenon (tono 8°):

A) Tu hai messo sul loro capo delle corone di pietre preziose, essi ti hanno chiesto la vita e Tu gliel’hai data.

B) Tu dai loro benedizione per l’eternit?, Tu li hai colmati di gioia davanti al tuo volto.

S Sapienza!

L Lettura della Lettera di San Paolo Apostolo agli Efesini (Ef 5, 20-33).

S Stiamo attenti!

L Fratelli, in ogni tempo e in ogni occasione rendete grazie a Dio Padre, nel nome del nostro Signore Ges? Cristo. Siate sottomessi gli uni agli altri nel timore di Cristo. Le mogli siano sottomesse ai mariti come al Signore; il marito infatti ? capo della moglie, come anche Cristo ? capo della Chiesa, lui che ? il salvatore del suo corpo. E come la Chiesa ? sottomessa a Cristo, cos? anche le mogli siano soggette ai loro mariti in tutto. E voi, mariti, amate le vostre mogli, come Cristo ha amato la Chiesa e ha dato se stesso per lei, per santificarla, purificandola per mezzo del lavacro dell’acqua accompagnato dalla parola, al fine di farsi comparire davanti la sua Chiesa tutta gloriosa, senza macchia n? ruga n? alcunch? di simile, ma santa e immacolata. Cos? anche i mariti hanno il dovere di amare le mogli come il proprio corpo, perch? chi ama la moglie ama se stesso. Nessuno mai infatti ha preso in odio la propria carne; al contrario la nutre e la cura, come fa Cristo con la Chiesa, poich? siamo membra del suo Corpo. Per questo l’uomo lascer? il padre e la madre e si unir? alla sua donna e i due formeranno una carne sola. Questo mistero ? grande; lo dico in riferimento a Cristo e alla Chiesa. Quindi anche voi, ciascuno da parte sua, ami la propria moglie come se stesso, e la donna sia rispettosa verso il marito.

S Pace a te, lettore.

Coro: E al tuo spirito.

C Alleluia, Alleluia, Alleluia. V/: Tu Signore ci custodirai e ci preserverai da questa generazione, e in eterno (Sal 11,8)

Vangelo

S Sapienza. In piedi! Ascoltiamo il santo Vangelo.

S Pace a tutti.

Coro: E al tuo spirito.

S Lettura del santo Vangelo secondo l’Apostolo ed Evangelista Giovanni (Gv 2, 1-11).

Coro: Gloria a te, Signore, gloria a te.

S Stiamo attenti!

In quel tempo ci fu uno sposalizio a Cana di Galilea e c’era la madre di Ges?. Fu invitato alle nozze anche Ges? con i suoi discepoli. Nel frattempo, venuto a mancare il vino, la madre di Ges? gli disse: «Non hanno pi? vino». E Ges? rispose: «Che ho da fare con te, o donna? Non ? ancora giunta la mia ora». La madre dice ai servi: «Fate quello che vi dir?». Vi erano l? sei giare di pietra per la purificazione dei Giudei, contenenti ciascuna da due a tre barili. E Ges? disse loro: «Riempite d’acqua le giare»; e le riempirono fino all’orlo. Disse loro di nuovo: «Ora attingete e portatene al maestro di tavola». Ed essi gliene portarono. E come ebbe assaggiato l’acqua diventata vino, il maestro di tavola, che non sapeva di dove venisse (ma lo sapevano i servi che avevano attinto l’acqua), chiam? lo sposo e gli disse: «Tutti servono da principio il vino buono e, quando sono un po’ brilli, quello meno buono; tu invece hai conservato fino ad ora il vino buono». Cos? Ges? diede inizio ai suoi miracoli in Cana di Galilea, manifest? la sua gloria, e i suoi discepoli credettero in lui.

C Gloria a te, Signore, gloria a te.

 

Litania ardente

 

S Diciamo tutti con tutta l’anima e con tutta la mente diciamo:

Coro: Kyrie, eleison o Signore piet? (tre volte; e cos? a ogni invocazione).

S Signore onnipotente, Dio dei nostri Padri, noi ti preghiamo, esaudiscici e abbi misericordia.

Abbi misericordia di noi, o Dio, secondo la tua grande misericordia: noi ti preghiamo, esaudiscici e abbi misericordia.

Ancora preghiamo per ottenere misericordia, vita, pace, santit?, salvezza, protezione, perdono e remissione dei peccati dei servi di Dio (NOME DELLO SPOSO)… e (NOME DELLO SPOSA)

S *Perch? Tu sei Dio buono e amico degli uomini, ed ? a te che innalziamo la gloria, Padre, e Figlio, e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

S Preghiamo il Signore.

Coro: Kyrie, eleison.

S Signore nostro Dio, che nella tua economia di salvezza, ti sei degnato di manifestare, con la tua presenza a Cana di Galilea, come il matrimonio sia una realt? degna di onore: custodisci nella pace e nella concordia i tuoi Servi (NOME DELLO SPOSO)… e (NOME DELLO SPOSA)…, che ti ? piaciuto unire l’uno all’altra. Fai risplendere l’onore della loro unione, conserva la loro vita senza macchia, accorda loro di giungere a una ricca vecchiaia con un cuore puro e nell’osservanza dei tuoi comandamenti.

*Perch? Tu sei il nostro Dio, un Dio di misericordia e di salvezza, e noi ti rendiamo gloria al Padre, al Figlio e al tutto santo, buono e vivificante Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

S Preghiamo il Signore.

Coro: Kyrie, eleison.

S Soccorrici, salvaci, abbi misericordia di noi e custodiscici, o Dio, con la tua grazia.

Coro: Kyrie, eleison.

S Chiediamo al Signore che tutto questo giorno sia perfetto, santo, pacifico e senza peccato.

Coro: Concedi, Signore (e cos? ad ogni invocazione).

S Chiediamo al Signore un angelo di pace, guida fedele, custode delle nostre anime e dei nostri corpi.

Chiediamo al Signore perdono e remissione dei nostri peccati e delle nostre colpe.

Chiediamo al Signore i doni belli e utili alle nostre anime e la pace per il mondo.

Chiediamo al Signore che il tempo che resta della nostra vita si concluda in pace e ravvedimento.

Chiediamo al Signore una fine cristiana della nostra vita, senza dolore, senza riprovazione, pacifica, e una buona difesa innanzi al tremendo tribunale di Cristo.

Chiedendo l’unit? della fede e la comunione del santo Spirito, affidiamo noi stessi e gli uni e gli altri e tutta la nostra vita a Cristo Dio.

Coro: A te, Signore.

S E consentici, o Sovrano, di osare con confidenza e senza condanna chiamarti Padre, Dio del cielo, e dire:

Coro: Padre nostro, che sei nei cieli, sia santificato il tuo Nome, venga il tuo regno; sia fatta la tua volont?, come in cielo, cos? sulla terra; dacci oggi il nostro pane essenziale; e rimetti a noi i nostri debiti, come anche noi li rimettiamo ai nostri debitori; e non indurci in tentazione, ma liberaci dal maligno.

S *Poich? tuo ? il regno, e la potenza, e la gloria: Padre, e Figlio, e santo Spirito, ora e sempre, e nei secoli dei secoli.

Coro: Amen.

 

Calice comune

 

S Pace + a tutti.

C E allo spirito tuo.

D Inchiniamo il nostro capo al Signore.

C A te, Signore.

D Preghiamo il Signore.

C Kyrie, eleison.

Viene portata la coppa riempita di vino, e il S la benedice, dicendo:

S O Dio che hai fatto tutto con la tua forza, che hai reso saldo l’universo e che hai ornato con una corona tutto ci? che hai fatto, benedici con una benedizione spirituale, questa coppa comune offerta a coloro che sono uniti per la vita comune nel matrimonio.

*Perch? il tuo Nome ? benedetto e il tuo Regno ? glorificato, Padre, Figlio e santo Spirito, ora e sempre e nei secoli dei secoli.

C Amen.

Il S, prendendo la coppa, ne fa bere tre sorsi prima allo sposo e poi alla sposa.

 

Processione rituale

 

Il S prende poi per la mano gli spos e fanno il giro attorno al tetrapodion, mentre il Coro canta ad ogni giro uno dei tropari seguenti:

C Tono 7°: («Hai sbaragliato la morte con la tua Croce…»).

Isaia, esulta di gioia! La Vergine ha concepito e messo al mondo un Figlio, Emmanuele, Dio e Uomo. Oriente ? il suo nome. Noi la magnifichiamo e proclamiamo Vergine beata.

Santi Martiri che avete combattuto valorosamente e avete ricevuto la corona, domandate al Signore la misericordia per le nostre anime.

Gloria a Te, o Cristo Dio, fierezza degli Apostoli, gioia dei Martiri, che predicarono la Trinit? coessenziale.

Quindi il S toglie la corona allo sposo, dicendo:

S Sposo, sii magnificato come Abramo, sii benedetto come Isacco e moltiplicato come Giacobbe, camminando nella pace e compiendo nella giustizia i comandamenti divini.

Toglie poi la corona alla sposa, dicendo:

S E anche tu, Sposa, sii magnificata come Sara, sii nella gioia come Rebecca, moltiplicati come Rachele, trova la felicit? nel tuo sposo osservando le prescrizioni della Legge, poich? ? questo che piace a Dio.

Quindi depone le corone sulla mensa.

S Preghiamo il Signore.

C Kyrie, eleison.

S Dio, Dio nostro, come un tempo fosti presente a Cana di Galilea e benedicesti quelle nozze, sii presente nella vita del matrimonio dei tuoi Servi(NOME DELLO SPOSO)… e (NOME DELLA SPOSA)…, che secondo la tua provvidenza si sono uniti per la vita comune del matrimonio. Benedici il loro entrare e il loro uscire, moltiplica il bene nella loro vita, custodisci le loro corone per il tuo Regno, conservandole intatte, immacolate, non avendo nulla da temere nei secoli dei secoli.

C Amen.

S Pace + a tutti.

C E allo spirito tuo.

S Inchinate il vostro capo al Signore.

C A te, Signore.

S Che il Padre, il Figlio e il santo Spirito, Trinit? tutta santa, coessenziale e fonte di vita, unica Divinit? e Regalit?, vi benedica e vi accordi una lunga vita, una numerosa posterit?, il progresso nella vita e nella fede. Vi colmi dei beni terreni e vi dia infine di gioire un giorno dei beni della promessa, per le preghiere della purissima Genitrice di Dio e di tutti i Santi.

C Amen.

S Sapienza!Genitrice di Dio pi? che santa, salvaci!

Coro: Pi? insigne dei Cherubini, e senza confronto pi? gloriosa dei Serafini, in modo incorruttibile Dio Verbo hai partorito: in te noi magnifichiamo la vera Genitrice di Dio.

S Gloria a te, Cristo Dio, speranza nostra, gloria a te.

C Gloria al Padre, e al Figlio, e al santo Spirito, e ora e sempre e nei secoli dei secoli. Amen. Kyrie, el?ison (tre volte). Benedici.

 

S Che Colui la cui presenza a Cana ha manifestato la dignit? del matrimonio, Cristo nostro vero Dio, per le preghiere della sua Madre tutta pura, dei santi e gloriosi e lodati Apostoli, dei Santi imperatori coronati da Dio ed eguali agli apostoli Costantino ed Elena, del Santo (del giorno) e di tutti i Santi, abbia misericordia di noi e ci salvi, qual buono e amico degli uomini.

 

Si canta infine il Monogolittja e si fanno le felicitazioni ai nuovi Sposi:

 

C Per molti anni! (nove volte).

 

Gli Sposi si baciano e ricevono le felicitazioni e gli auguri dei presenti.